Vergogna e fiducia

Il Sé richiede un corpo sicuro per svilupparsi. Nella misura in cui non si soddisfano i propri desideri naturali, il corpo si riempie di vergogna e diventa un luogo pericoloso per ospitare il Sé. Il processo del Tocco Perfetto è quello di rendere il corpo un luogo sicuro in modo che lo sviluppo naturale del Sé possa tornare in “carreggiata” e che la persona nel suo complesso si muova verso l’autorealizzazione. Questo processo è uno in cui l’effetto del tocco indesiderato e non invitato viene annullato, ed è sostituito dal tocco invitato, auto-guidato e desiderato. In questo modo, il corpo impara non solo a fidarsi del mondo, a rispondere secondo i desideri del corpo, ma anche a fidarsi della propria voce ed espressione per chiedere ciò che è esattamente desiderato e porre fine a ciò che non lo è. Poiché il processo del contatto diretto avviene al livello fondamentale dell’esperienza sensoriale, aggira i processi mentali e cognitivi. Questo è un modo molto più diretto, efficace ed efficiente per accedere e trattare i traumi rispetto alla maggior parte delle altre pratiche terapeutiche comuni. Trauma precoce (ad es. Incesto) si verifica a livello di senso fondamentale (per esempio tocco del genitore che respinge, odore del trasgressore, ecc.) Ed è registrato a livello sensoriale. Quindi fa appello solo alla ragione per indirizzare la risposta di guarigione principalmente al livello sensoriale al fine di facilitare l’accesso alla memoria corporea e quindi integrare responsabilmente i frammenti irrisolti dell’esperienza in un insieme coerente che può essere quindi compreso, gestito e padroneggiato dall’ego consapevole e auto-consapevole. Una volta che il tocco si verifica, le sensazioni, i sentimenti, le emozioni, i pensieri e i ricordi che ne derivano vengono portati a livello cosciente e gradualmente integrati. Tutto ciò avviene nel contenitore chiaramente definito di un tocco a senso unico. Questo non è uno scambio sessuale. Questa non è una relazione reciproca. Il terapeuta dà il tocco al cliente secondo le istruzioni del cliente allo scopo di servire il cliente nell’esplorazione di desideri, ricordi, emozioni e credenze. Per contrastare la vergogna causata dal trauma e dall’abbandono, non solo dobbiamo riconoscere la vergogna, ma esplorarla e sezionarla in ogni sua manifestazione all’interno della relazione, al fine di annullare l’abitudine della vergogna nella sua struttura fisiologica e il modo in cui si manifesta nella relazione terapeutica. Solo attraverso l’osservazione consapevole della vergogna nel corpo possiamo liberarci gradualmente della vergogna. Questa vergogna è l’energia distruttiva causata dal trauma che crea uno stato deficitario nel corpo e mina gli sforzi per andare avanti, muoversi con uno scopo ed esprimere la propria verità. Questa vergogna è il fondamento dell’oppressione: personale, culturale e politica. Questa vergogna è ciò che ci trattiene dal sentirsi completi e dall’agire. Dare informazioni chiare sul corpo è un modo per annullare l’abitudine alla vergogna. La vergogna zittisce la voce. La voce chiara rompe il ciclo della vergogna. Quindi incoraggiare la voce, a parlare del corpo e dei suoi veri desideri è un percorso diretto ed efficace per sconfiggere la vergogna. Il cliente è continuamente incoraggiato a dare voce ai desideri e ai processi del corpo momento dopo momento. In altre parole, il cliente è un traduttore dei processi del corpo per il terapeuta e il terapeuta parla e interagisce con il corpo attraverso il cliente.

– Jesse, Caffyn. Healers on the Edge: Somatic Sex Education

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: